Passeggiando nella campagna Ragusana

Nel mese di gennaio, passeggiando per le campagne ragusane, i prati sono un proliferare di erbette e verdure spontanee come il profumatissimo finocchietto selvatico e la meno conosciuta ma davvero buonissima bietola selvatica o meglio detta "aiti".Questa, come altre vedure spontanee, nella cucina povera contadina rappresentavano un'importante risorsa per sfamare la famiglia; oggi invece è diventata di nicchia infatti si trova solo quando qualche vecchiettto la vende per strada o la porta dall'amico fruttivendolo......invece dovrebbe essere veramente apprezzata perchè è davvero a km0 e senza alcun medicinale per farla crescere....Bè tornando alla nostra passeggiata.....ne abbiamo trovata in quantità e la cuciniamo come si è sempre fatto in casa:lavare la verdura,bollirla in acqua senza buttare il brodo di cottura,poi scolarla tagliarla e saltarla in padella con aglio, olio e un pò di peperoncino (a chi piace), aggiungere della passata di pomodoro e per darci il tocco in più aggiungiamo dei funghi (visto che sono di stagione).Nel frattempo cuocere la pasta corta nel brodo della verdura e quando è cotta spadellare insieme alla verdura.Il piatto è così pronto!Buon appettito....